Minori: non abbassare l’età di punibilità ma sostenere le famiglie in difficoltà

Sicurezza: Zampa (Pd), no abbassamento eta’ punibilita’ minori 

(ANSA) – ROMA, 16 FEB – “La criminalita’ organizzata non si ferma abbassando l’eta’ della punibilita’ dei minori. In Italia oltre un milione di minori vive in condizioni gravi di poverta’ materiale ed educativa e la loro condizione li espone pericolosamente ai fenomeni criminali dei quali sono anzitutto vittime.

Le “baby gang” sono composte anche da bambini di 9 o 10 anni: fino a quale limite si pensa di poter abbassare l’eta’ punibile? ” Cosi’ commenta la proposta del Ministro Angelino Alfano di abbassare l’eta’ punibile dei minori la vicepresidente della Commissione bicamerale Infanzia e Adolescenza, Sandra Zampa deputata del Partito democratico.

“Cio’ che dobbiamo fare e’ tutelare il superiore interesse del minore e adoperarci in tutti i modi e con tutti i mezzi possibili per sottrarre i minori vittime della mafia e della camorra che li utilizzano come corrieri, che avviano floridi affari abusando di loro come accade con la prostituzione minorile, che li sottraggono dalla scuola e li avviano al lavoro nero e. Lo Stato deve certo fare sentire la sua autorevole presenza innanzitutto creando opportunita’ reali per la loro crescita e migliorando le loro condizioni di vita. Dobbiamo intervenire con provvedimenti che consentano di limitare la responsabilita’ genitoriale quando questa non solo non vigila, ma addirittura favorisce l’ingresso nella criminalita’ dei figli e, allo stesso tempo, sostenere le famiglie in difficolta’ e non in grado di provvedere in autonomia a costosi percorsi di recupero di stabilita’ ed equilibrio.

Abbiamo il dovere di fornire strumenti adeguati agli operatori, di selezionare con cura chi avra’ responsabilita’ sociali di questa portata e di sostenere il loro lavoro attraverso il quale lo Stato puo’ e deve esercitare la tutela dei soggetti piu’ deboli.

Questo si aspettano da noi i minori di questo paese in cui troppe sono le disuguaglianze che costringono alcuni di loro a vivere in condizioni non idonee alla loro giovane vita. Il loro futuro e’ la
nostra eredita’.” (ANSA).16-FEB-16 15:01 NNNN

Print Friendly
Be Sociable, Share!

Lascia una risposta

Appuntamenti

  • Eventi sono in arrivo, resta sintonizzato!

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa
Leggi informativa sulla Privacy
Per cancellare iscrizione invia richiesta a info@sandrazampa.it