24 aprile 1915: 101 anni dopo il genocidio armeno

24 aprile 1915: 101 anni dopo il genocidio armeno

Cento e uno anni fa, all’inizio del secolo, si consumava nei territori dell’impero ottomano il genocidio armeno. Almeno un milione e mezzo di deportati, di perseguitati, di vittime innocenti di una barbara volontà di eliminazione messa in atto dai Giovani Turchi a capo dell’impero. Il primo dei grandi mali di cui si macchierà il ‘900.

In questo giorno, che ricorda quella tragedia, la consapevolezza dei popoli liberi si esprime nel riconoscimento di un genocidio di cui ancora si stenta a pronunciare la parola, che attende di essere riconosciuto da tutti gli Stati e dal tutta la comunità internazionale dopo che è stato riconosciuto dalla coscienza universale.

Il genocidio armeno consegna per sempre ai Paesi dell’area, all’Europa, al mondo intero la responsabilità di favorire la convivenza pacifica sui confini dell’Armenia, e l’impegno a costruire ponti di dialogo e di pace nell’area che oggi è percorsa ancora da conflitti e persecuzioni. La visita di Papa Francesco in Armenia nel giugno prossimo è il segno di questa volontà di dialogo.

L’Italia, che ha sostenuto da sempre l’amicizia con il popolo armeno, continuerà a sviluppare rapporti di collaborazione con l’Armenia, uno dei Paesi più vicini all’Unione Europea.”

on.Sandra Zampa, vice presidente del Partito democratico e già Presidente dell’Associazione Parlamentare Amici dell’Armenia
sen. Albertina Soliani, fondatrice dell’Associazione Parlamentare Amici dell’Armenia

Print Friendly
Be Sociable, Share!
abc last apr 24, 2016 Categorie: Media ,Sui mass media
Tag: , , , , .

Lascia una risposta

Appuntamenti

  • Eventi sono in arrivo, resta sintonizzato!

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa
Leggi informativa sulla Privacy
Per cancellare iscrizione invia richiesta a info@sandrazampa.it