No all’asilo nido nel carcere di Bologna, portare madri e figli in case protette

Carceri: parlamentari Pd, i bambini non devono stare dentro
Zampa, Lenzi, Fabbri al Ministero su ampliamento nido alla Dozza

(ANSA) – BOLOGNA, 16 MAR – “I bambini non devono stare in carcere. Lo diciamo da tempo, ma alle parole ora devono seguire fatti concreti. Per questo e’ da respingere l’ipotesi della ristrutturazione di una parte del carcere bolognese della Dozza per adibirla ad asilo nido ed e’ da condividere l’allarme lanciato da Elisabetta Lagana’, Garante dei detenuti“. Cosi’ le parlamentari del Pd bolognese Sandra Zampa, Donata Lenzi e Marilena Fabbri commentano in una nota l’ipotesi di un ampliamento del nido al carcere della Dozza.

“Abbiamo ritenuto opportuno inviare una lettera urgente al Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, che piu’ volte – sottolineano – si e’ mostrato sensibile a questo tema, per chiedere che le risorse individuate per l’asilo nido siano invece finalizzate alla ricerca e alla messa in ordine di strutture idonee all’accoglienza delle madri detenute con bambini. La casa protetta e’ infatti la soluzione migliore per la tutela dei bambini i quali, esposti alla vita del carcere, subiscono danni gravissimi e, a volte, irreversibili sul piano psicologico. Non e’ ammissibile esporre bambini, anche piccolissimi, a questo rischio: le risorse vanno individuate e indirizzate con l’obiettivo di tutelare, sempre e in prima istanza, il superiore interesse del minore“. (ANSA).

Print Friendly
Be Sociable, Share!
abc last mar 16, 2016 Categorie: Media ,Sui mass media
Tag: , , , , .

Lascia una risposta

Appuntamenti

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa