Mai come ora il Paese attende decisioni ed azioni concrete

Carissime amiche e carissimi amici,

colgo questa occasione per tornare a darvi conto della mia attività in Parlamento e per proporre alla vostra attenzione una mia recente intervista al Corriere della Sera sulla complicata vicenda delle elezioni regionali in Emilia Romagna. In queste ore abbiamo finalmente imboccato la strada per uscire dalle difficoltà e dalle incertezze politiche che hanno rallentato il percorso verso le urne. Due sono i candidati alle primarie che si svolgeranno il 28 settembre in tutta la Regione: Stefano Bonaccini e Roberto Balzani.

A questo link potete consultare l’archivio delle mie attività di Parlamentare e di vice Presidente della Bicamerale per l’Infanzia e l’Adolescenza. Tra i tanti temi ed elementi, richiamo la vostra attenzione su uno che mi sta particolarmente a cuore: la Proposta di Legge sui minori stranieri non accompagnati (msna) che è finalmente all’esame della I Commissione della Camera. Ci sono buone speranze di vederla presto in porto. Mai come ora è necessario dare una soluzione razionale al problema degli sbarchi e della tutela delle persone di età minore che arrivano sempre più numerose (11mila da inizio anno).

Mai come ora il Paese attende da noi tutti, nel rispetto delle nostre diversità, risposte utili per uscire da questa fase di stagnazione economica che sta falciando l’occupazione giovanile, avvilendo il mercato e che non offre ancora motivi veri per poter pensare di avere il peggio dietro di noi.

Rispetto, come sempre, le posizioni e le scelte di ognuno, ma la mia formazione politica ai tempi dell’Ulivo mi ha insegnato che è l’unità che va ricercata, anche a costo di rinunce personali e di distinguo. Va da sé che è in Europa che si giocherà una partita importante e che l’Italia ha, con il semestre di presidenza già avviato, la possibilità di esprimere l’urgenza di un cambio radicale di rotta.

Paesi come il nostro, insieme a Francia e Spagna possono e devono allearsi nel chiedere immediatamente che insieme alle misure del rigore, necessario, siano al più presto messe in atto scelte ispirate alla solidarietà nei confronti delle economie di quei Paesi che ancora faticano, come l’Italia, a risollevarsi da una crisi che non è nata in Europa, ma in America dove, paradossalmente, la crisi è stata affrontata meglio e prima che sul nostro continente.

Per questo, prima di salutarvi desidero proporvi la lettura della bella intervista che il Presidente Prodi ha concesso all’Avvenire in occasione dell’annuncio della visita di Papa Bergoglio all’Europarlamento, a Strasburgo del 25 novembre prossimo. Il quotidiano della CEI ha chiesto al Presidente Prodi di spiegare ai lettori qual è l’Europa cui il Pontefice rivolgerà il proprio saluto. Credo sia di grande interesse leggere la sua risposta sul punto.

SZ

Print Friendly
Be Sociable, Share!

Lascia una risposta

Appuntamenti

  • Eventi sono in arrivo, resta sintonizzato!

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa
Leggi informativa sulla Privacy
Per cancellare iscrizione invia richiesta a info@sandrazampa.it