Ripensare il carcere minorile per restituire i giovani detenuti ad una vita migliore

Carceri: Zampa (Pd), ripensare sistema minorile ‘Differenziare percorsi degli adolescenti da quelli dei grandi’

(ANSA) – BOLOGNA, 25 NOV – “Condivido quanto affermato da Desi Bruno, garante delle persone private della liberta': tutto il sistema penitenziario minorile va riorganizzato e il modello stesso di carcere per i minori superato perche’ possa davvero divenire uno strumento di recupero e di ricostruzione di percorsi di vita precocemente deviati”.

Lo sottolinea Sandra Zampa, vice presidente del Pd e della Commissione bicamerale Infanzia e Adolescenza, dopo l’intervento della Garante dei detenuti in Emilia-Romagna, che nei giorni scorsi ha tra l’altro stigmatizzato la convivenza forzata a Bologna tra giovanissimi e adulti che stanno finendo di scontare la pena minorile.

“La differenziazione dei percorsi educativi destinati agli adolescenti e ai ragazzi oramai piu’ grandi – prosegue Zampa – si rende necessaria a Bologna, cosi’ come in altre realta’ del territorio
nazionale. Credo sia tempo per una riflessione e una indagine conoscitiva, in Commissione Infanzia e Adolescenza, sullo stato dell’intero sistema penitenziario minorile in Italia. Sono infatti
convinta che il carcere, cosi’ come lo abbiamo sperimentato fino ad oggi, rappresenti un modello da ripensare al fine di restituire ad una vita migliore i giovani detenuti. Il mio personale ringraziamento a Desi Bruno, giunta a fine mandato, per l’impegno e la competenza con cui ha condotto sempre il suo lavoro”. (ANSA). SE 25-NOV-16 15:19 NNNN

Print Friendly
Be Sociable, Share!

Lascia una risposta

Appuntamenti

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa