Il carcere minorile del Pratello rischia la paralisi. Alfano si impegni almeno a farlo funzionare

ER) CARCERE BOLOGNA. PD: PRESTO LETTERA AD ALFANO SUL PRATELLO
OGGI VISITA DI ZAMPA E GHEDINI: SI GARANTISCA ORGANICO ADEGUATO

(DIRE) Bologna, 20 nov. – “Nei prossimi giorni chiederemo ai colleghi parlamentari bolognesi di tutti i gruppi di sottoscrivere con noi una lettera al ministro della Giustizia, Angelino Alfano, perche’ si impegni almeno a far funzionare quello che c’e’, garantendo l’assegnazione dell’organico adeguato all’Istituto penale minorile di Bologna, prima di pensare a realizzare nuovi contenitori di dubbia utilita'”. Lo annunciano Sandra Zampa e Rita Ghedini, parlamentari bolognesi del Pd, dopo una visita svolta questa mattina al carcere minorile del Pratello.

Nella Giornata internazionale dell’infanzia, le due esponenti democratiche riportano in una nota le parole pronunciate dalla direttrice del Pratello, Paola Ziccone: “Ormai le carceri, anche minorili, sono diventati i luoghi di detenzione della miseria”.Una constatazione “molto amara ma realistica”, commentano Zampa e Ghedini, sottolineando che la struttura del Pratello “ormai completamente rimessa a nuovo, avrebbe tutti i prerequisiti per essere un istituto ‘modello’- si legge nella nota del Pd- sia per le caratteristiche dell’edificio che per la cultura dell’educazione e della riabilitazione che al suo interno e’ cresciuta e sedimentata“.

Eppure, nelle scorse settimane, “le cronache hanno di nuovo registrato problemi di sovraffollamento- ricordano le parlamentari- ed il rischio di interruzione delle attivita’ educative”. Il problema principale e’ rappresentato dalla “grave e cronica carenza degli organici di Polizia penitenziaria”, continuano Zampa e Ghedini: a fronte di un organico previsto di 42 unita’, sono assegnati alla struttura solo 32 agenti di cui 25 sono effettivamente in servizio.

minoriQuesti numeri non permettono il normale godimento di diritti fondamentali di questi lavoratori- sottolineano le democratiche- che esercitano una professione cosi’ delicata”, con la struttura “a rischio di paralisi e finanche di sicurezza”.Ma il paradosso piu’ grande, per Ghedini e Zampa, e’ rappresentato dal fatto che “un intero piano del carcere, con una capienza di ulteriori 22 posti letto, non puo’ essere utilizzato a causa delle carenze di organico”. Alla luce di una situazione del genere, “a che pro realizzare 20.000 nuovi posti nelle carceri italiane- chiedono le due parlamentari- se poi il rischio e’ quello di vedere tanti ‘film’ come il Pratello?”.

Ovvero “enormi risorse investite nella costruzione, anni e anni di ritardo nei lavori di realizzazione- ribadisce la nota- per ritrovarsi con mezza struttura vuota e problemi di sovraffollamento e gestione nella parte funzionante: francamente non pare di poter ritrovare una coerenza”. Da qui la lettera che verra’ inviata ad Alfano. Inoltre “chiederemo, come abbiamo gia’ fatto con il ministro Sacconi- concludono Zampa e Ghedini- che si investa sull’infanzia nei fatti, incrementando risorse dedicate nel bilancio dello Stato, come purtroppo non sta accadendo con la Legge di stabilita’ in corso di approvazione”.

(Com/Pam/ Dire) 17:56 20-11-10

Print Friendly
Be Sociable, Share!
abc last nov 20, 2010 Categorie: Territorio ,Sul territorio
Tag: , , , , , .

Appuntamenti

  • Eventi sono in arrivo, resta sintonizzato!

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa
Leggi informativa sulla Privacy
Per cancellare iscrizione invia richiesta a info@sandrazampa.it