L’Emilia Romagna ha le carte in regola per tornare “gialla”

nov 15, 2020 Categorie: Media ,Dai mass media
Tag: , , .

L

“L’Emilia ha tutte le carte per tornare gialla”

Intervista di Rosalba Carbutti a Sandra Zampa su Il Resto del Carlino del 15 novembre 2020

“L’Emilia-Romagna resterà in zona arancione per due settimane. Ma ha tutte le carte in regola per tornare gialla. Come spero possa accadere anche per il resto dell’Italia”. La dem bolognese Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute, è fiduciosa. E stoppa le polemiche sollevate dalle opposizioni: “Nessuna anomalia, né intento punitivo. Ci sono 21 parametri, vagliati da scienziati. Passare all’arancione non è qualcosa di cui vergognarsi. La salute prima di tutto. Dobbiamo fare tutti degli sforzi: a gennaio arriverà il vaccino. Ne abbiamo prenotate 70 milioni di dosi, ci sarà per tutti. Ma si partirà dai medici, poi gli anziani e le categorie più fragili”.

Non c’è il rischio di un nuovo lockdown generalizzato?

“No. Il modello che stiamo adottando serve proprio per evitarlo“.

L’ordinanza regionale, però, era stata fatta in costante contatto con il ministro Speranza. Insomma, non ci si aspettava un ’declassamento’…

“Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore della Sanità, aveva anticipato che alcune regioni avrebbero potuto passare all’arancione e, anche per questo, era stato fatto l’invito ai governatori di prendere misure più restrittive. Stefano Bonaccini l’ha fatto subito, senza manifestazioni spettacolari, lamentale e con il senso istituzionale che lo ha sempre contraddistinto. L’Emilia-Romagna si risolleverà, come ha sempre fatto”.

Ora, però, unendo le misure più severe di Bonaccini con la zona arancione, viriamo verso il rosso…

“Il presidente ha avuto il coraggio e la forza di prendere una decisione impopolare, senza scenate su YouTube come altri. Perché è facile mandare sempre avanti il governo con l’esercito per le strade: se c’è il Covid non è colpa dell’esecutivo”.

Molte categorie, però, sono state penalizzate. E c’è chi non riesce a districarsi in questa giungla di regole.

“Lo capisco. Sono tutte misure che restringono ulteriormente le libertà e attività. Ma gli indicatori non ci danno altra scelta”.

Però i parametri nell’ultima settimane erano migliorati.

“C’è un rallentamento della crescita della curva dei contagi, ma non significa decrescere. Vorrei che fosse chiaro: non è facile prendere queste decisioni. O alzare i vari cartellini gialli, arancione o rosso. Ma negli ultimi giorni c’è qualche segnale positivo: un lieve calo dei ricoveri e anche delle terapie intensive in tutta Italia. Tutto fa sperare che si vada nella giusta direzione. Insomma, per dirla col professor Locatelli, che stimo: siamo incoraggiati e rassicurati rispetto alle misure prese”.

Nonostante le misure prese, le ordinanze, ieri il centro di Bologna era pieno di gente. Forse non bastano le regole?

“Le misure di pubblica sicurezza sono fondamentali, ma serve essere responsabili. Anche noi, in Emilia-Romagna, abbiamo avuto comportamenti non consoni. Domenica scorsa, sono rimasta esterrefatta: gente ai Giardini Margherita senza mascherina, persone sedute al bar per ore e ore. Capisco che i pubblici esercenti non sono ufficiali pubblici, ma così non si poteva andare avanti. Il rischio è di trovarci a vivere lo stesso film di Ferragosto…”.

Ora c’è il Natale. Lei è stata criticata per la frase sul cenone coi parenti di primo grado… Al di là della polemica, come ci dobbiamo comportare?

“Intanto, vorrei precisare: ho soltanto voluto dire di fare il cenone con gli affetti più cari. Se poi si vuole mangiare il panettone con la zia tutto bene. Ma il discorso è più serio: Natale e Capodanno non può essere un liberi tutti. O ci ritroviamo la terza ondata. Quindi no a feste, festoni, brindisi in piazza. Sarà un Natale sottotono? Può essere. Ma come ha detto Conte, l’importante è stare con gli affetti più cari, non importa essere in tanti. Solo così torneremo tutti gialli”.

Print Friendly
Be Sociable, Share!
abc last nov 15, 2020 Categorie: Media ,Dai mass media
Tag: , , .

Lascia una risposta

Appuntamenti

  • Eventi sono in arrivo, resta sintonizzato!

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa
Leggi informativa sulla Privacy
Per cancellare iscrizione invia richiesta a info@sandrazampa.it