No alla vendita dei beni confiscati ai mafiosi: tornerebbero ai criminali

nov 17, 2009 Categorie: Parlamento ,In Parlamento
Tag: , .
La villa del boss Giacomo Terracciano vicino a Napoli, sequestrata nel 1990 ma ancora nelle mani della sua famiglia.

La villa del boss Giacomo Terracciano vicino a Napoli, sequestrata nel 1990 ma ancora nelle mani della sua famiglia.

(ER) MAFIE. ZAMPA-LENZI (PD): GIUSTO ALLARME SUI BENI CONFISCATI ‘SERVE MOBILITAZIONE: METTERLI IN VENDITA ? RIDARLI A CRIMINALI’

(DIRE) Bologna, 17 nov. – “Lo Stato non deve arretrare di un solo passo nella lotta contro le mafie” per cui “condividiamo l’allarme diffuso dall’associazione ‘Avviso pubblico‘ dopo l’approvazione, in Senato, della norma che consente la vendita dei beni confiscati alle organizzazioni mafiose”. E’ quanto dichiarano le deputate del Pd, entrambe di Bologna, Sandra Zampa e Donata Lenzi.

“Occorre una vera mobilitazione perche’ tutti sappiano che consentire la vendita dei beni confiscati significa permettere che gli stessi mafiosi ne rientrino in possesso. Per questo – affermano le due parlamentari – esprimiamo la nostra piena condivisione con l’ordine del giorno presentato ieri, in Consiglio provinciale a Bologna, da Giovanni Mazzanti e da altri”.

In questa partita, “sono in gioco la credibilita’ delle Istituzioni dello Stato e il rispetto per chi ha saputo resistere alle trame omertose e violente della mafia che insiste anche sul nostro territorio regionale”, concludono Zampa e Lenzi.

Print Friendly
Be Sociable, Share!
abc last nov 17, 2009 Categorie: Parlamento ,In Parlamento
Tag: , .

Appuntamenti

  • Eventi sono in arrivo, resta sintonizzato!

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa
Leggi informativa sulla Privacy
Per cancellare iscrizione invia richiesta a info@sandrazampa.it