Record di firme contro il Porcellum a Bologna e in Emilia Romagna

Referendum, record di firme a Bologna

In città ne sono state raccolte 15mila. I promotori: “E ora cambiamo il porcellum”.

Articolo di Silvia Bignami su La Repubblica edizione di Bologna del 25 settembre 2011

Oltre 40mila firme in Regione. Circa 15mila a Bologna. “Mai un referendum ha raccolto tante firme in questa città” esulta Giovanni Maria Mazzanti, consigliere comunale Pd e membro del comitato promotore del quesito anti-Porcellum lanciato da Arturo Parisi e sottoscitto anche da Romano Prodi. Col vento in poppa della protesta, i banchetti referendari hanno volato alto nelle feste Pd, dove tanti hanno firmato per l’abolizione della legge elettorale definita “una porcata” persino dal suo ideatore, il leghista Roberto Calderoli. Un successo che alla fine, chiusa ieri la raccolta di firme, mette d’accordo tutti: dai reerendari che hanno promosso l’iniziativa, al Pd che l’ha supportata, senza sposarla fino in fondo.

“C’e’ stata una straordinaria risposta da parte dell’elettorato, che si e’ dimostato piu’ maturo degli stessi dirigenti di partito” dice la prodiana Sandra Zampa, parlamentare Pd, ancora ieri mattina al banchetto di Piazza Ravegnana. Un ringraziamento ai dirgenti Democratici bolognesi e regionali, che per primi hanno aperto le feste dell’Unità ai referendari, ma anche un po’ di amarezza per lo scetticismo dei dirigenti nazionali: “E’ un peccato, perche’ visti i risultati che abbiamo avuto, il Pd oggi avrebbe potuto vantare un successo pieno. Di certo questa e’  una grande vittoria di partecipazione di alto valore civico. E un grazie particolare va a Romano Prodi, perchè dopo la sua firma tanti lo hanno seguito.

il bilancio del comitato promotore assicura il raggiungimento del quorum di 500mila firme a livello nazionale. “Solo a Bologna e provincia – spiega Mazzanti – abbiamo raccolto 12mila firme da banchetti e feste dell’Unità, e 3mila dall’Urp comunale. In totale, con le firme raccolte da Idv, Sel e “comitato 30 settembre”, supereremo le 25mila firme in citta’. Se andasse in tutta Irala come qui, suprerremmo il milione”.

Silvia Fiorini, tra le organizzatrici dei banchetti targati Idv, parla di circa 10mila firme raccolte dal 28 agosto. Entusiasta anche il segretario regionale Pd Stefano Bonaccini, che sottolinea “l’ottimo rapporto con i referendari”. “Tra le nostre feste e i banchetti organizzati autonomamente dal Pd crediamo di arrivare a circa 40mila firme in tutta la Regione” dice il segretario, che benedice la scelta referendaria: “La nostra gente ha capito che era utile firmare. Noi siamo convinti che la legge elettorale proposta dal Pd sia migliore del Mattarellum, ma e’ stato giusto firmare per scardinare una maggioranza che non ha nessuna intenzione di cambiare il Porcellum. E’ un ottimo strumento di pressione, ed e’ un bene anche che il Pd non ci abbia messo “il cappello”: e’ giusto che i parititi non si approprino delle iniziative civiche, ma mettano la loro macchina organizzativa a disposizione delle battaglie in cui credono”.

Print Friendly
Be Sociable, Share!
abc last set 25, 2011 Categorie: Media ,Dai mass media
Tag: , , , , .

Appuntamenti

  • Eventi sono in arrivo, resta sintonizzato!

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa
Leggi informativa sulla Privacy
Per cancellare iscrizione invia richiesta a info@sandrazampa.it