Prodi sarà al fianco di chi vincerà le Primarie ma non scenderà in campo nemmeno se lo chiede Bersani

«Prof indisponibile. Anche se chiama Bersani»

Intervista a Sandra Zampa su Il Corriere della Sera del 31 ottobre 2010

La portavoce Zampa: «Per Bologna già ora fa tanto, ma non è disposto a correre»

Romano Prodi sarà «al fianco del candidato che vincerà le primarie», ma non scenderà in campo: «Neanche se glielo chiedesse Pier Luigi Bersani». La deputata del Pd e portavoce dell’ex premier, Sandra Zampa, mette la parola fine al tormentone sulla candidatura del Professore a sindaco di Bologna: «Fa già tanto per la città e per il Paese, lo sa anche Bersani».

Onorevole, il nome del Professore continua però a circolare nel Pd bolognese. Ne hanno parlato anche durante l’esecutivo di giovedì notte.

«Considero un segno di grande stima la pressante richiesta sul presidente affinché si candidi e posso dire che anche lui la vive come una dimostrazione di affetto. Bisogna però riconoscere che il presidente contribuisce già molto al bene di Bologna e del Paese. Non si è ritirato a vita privata. Anzi, porta nel mondo l’immagine di un italiano che parla dell’Italia migliore, un’immagine della Bologna che ha prodotto buone cose. E poi c’è il contributo che sta dando con le sue riflessioni su economia e finanza e i convegni. Un ruolo importante, mentre l’Italia è rappresentata dal presidente del bunga bunga».

E non c’è spazio per Palazzo d’Accursio?

«Il Professore non è disponibile, ma i bolognesi devono riconoscergli che quello che svolge è già un ruolo importante per la città».

Per risolvere il nodo del candidato sindaco si muove anche il segretario del Pd. Non è che Bersani potrebbe fargli cambiare idea?

«Sarà il presidente a sentirsi direttamente con Bersani, ma penso che per il segretario la sua indisponibilità non rappresenti un problema. Conosco la fiducia del Professore nella città, è certo che Bologna possa esprimere una o più personalità in grado di amministrare al meglio».

Appunto, meglio una o più personalità in gara per il Pd alle primarie?

«Noi Democratici ci siamo dati delle regole e siamo chiamati a rispettarle con serietà, se ci sono più candidati in campo non li dobbiamo temere. Anzi, è un modo per rendere più forte il Pd. Ma non ci devono nemmeno essere delle corse nel partito che servano soltanto a contarsi o quotarsi».

Quali volti nuovi potrebbero emergere?

«Non faccio nomi per rispetto, ma è noto che apprezzo e sostengo la candidatura di Amelia Frascaroli».

E il Professore che ne pensa?

«Non abbiamo mai parlato dei nomi in campo. Lui non avrà suoi candidati, ma chi vincerà le primarie del centrosinistra avrà al suo fianco il presidente Prodi».

Print Friendly
Be Sociable, Share!
abc last ott 31, 2010 Categorie: Territorio ,Sul territorio
Tag: , , , , .

Appuntamenti

  • Eventi sono in arrivo, resta sintonizzato!

mese per mese

Nel sito

Facebook

"IlFuturoHaRadiciAntiche"

Iscriviti alla newsletter di Sandra Zampa
Leggi informativa sulla Privacy
Per cancellare iscrizione invia richiesta a info@sandrazampa.it